Attendere prego...
Nessuna news in archivio.
Messaggi promozionali:

Eventi

Balletto di Napoli - Alice nel paese delle Meraviglie
Data 02/11/2012
Ora 00:00
Location Teatro Mediterraneo
Genere
 Balletto di Napoli 
presenta 
Alice nel Paese delle Meraviglie
Coreografia Ferdinando Arenella
Arrangiamenti musicali Giuseppe Sasso



Elementi scenici Marcella Pagano
Acconciature Lidia Grizzuti
Scene: S.I.R.T. di Ciro Rubinacci
Costumi: Tramontano
Luci: M.E.T.A.


Organico:
17 ballerini – 1 attore


Storia del balletto
Le avventure di Alice nel paese delle meraviglie, titolo originale Alice's Adventures in Wonderland è un'opera letteraria pubblicata per la prima volta il 4 luglio 1865 scritta dal matematico e scrittore inglese reverendo Charles Lutwidge Dodgson, sotto il ben più noto pseudonimo di Lewis Carroll.
Il racconto è pieno di allusioni a personaggi, poemetti, proverbi e avvenimenti propri dell'epoca in cui Dodgson opera e il "Paese delle meraviglie" descritto nel racconto gioca con regole logiche, linguistiche, fisiche e matematiche che gli hanno fatto ben guadagnare la fama che ha. Il libro ha un seguito chiamato Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò. Nella maggior parte dei casi gli adattamenti teatrali e cinematografici preferiscono fondere insieme elementi dell'uno e dell'altro.


Il soggetto
La storia prende il via il 4 maggio, giorno del compleanno di Alice Liddell, una bimba di sette anni annoiata e frastornata dal caldo primaverile, che, vedendo un Coniglio Bianco col panciotto che borbotta fra sé "è tardi, è tardi!" lo insegue nella sua tana. Così cade letteralmente in un onirico mondo sotterraneo fatto di paradossi, di assurdità e di nonsensi. Nella sua caccia al coniglio le accadono le più improbabili disavventure. Cresce fino a raggiungere dimensioni assurde per poi rimpicciolire fino ad assumere le dimensioni di una formica; incontra frotte di animali quasi affogati nelle sue stesse lacrime, rimane intrappolata nella casa di un coniglio; incontra un bruco che fuma una pipa a tubo, bimbi che diventano maiali, gatti che ghignano e svaniscono, partecipa a tè senza fine, gioca a croquet con un mazzo di carte, fenicotteri e porcospini, per poi trovarsi a testimoniare nel processo al Fante di Carte che aveva rubato delle torte che in effetti sono lì. In seguito Alice viene processata e condannata, e prima che la decapitino... si sveglia.

Letture: 2141
Valid XHTML 1.0 2009 Site By Dynform Software Amministrazione